AMEPSI - Accademia Medico Psicologica

Accademia
Medico
Psicologica

Depressione

Spesso si  confondono periodi di umore basso dovuto a tristezza, malinconia, presa di coscienza dei propri limiti, affaticamento fisico e psichico, piccoli fallimenti o perdite, con la depressione. In realtà queste emozioni di tristezza e malinconia aiutano a ritrovare contatto con noi stessi e con le nostre potenzialità. L’elaborazione di queste riflessioni porterà ad individuare nuove possibilità. In quest’ottica il lutto non è un momento patologico ma, il naturale e fisiologico processo di elaborazione e quindi accettazione della perdita.

Invece la DEPRESSIONE impedisce il riconoscimento delle proprie risorse, per questo definita il “male oscuro”. Non permette il recupero energetico ma al contrario disperde le forze vitali, pertanto rende ogni obiettivo, anche il più piccolo, insormontabile, acuendo il senso di fallimento in un circolo vizioso in cui l’unica scelta possibile è l’immobilità.

La terapia agisce sui meccanismi disfunzionali del “circolo vizioso” e quindi sulla tentata soluzione fallimentare dell’immobilità.

La durata della terapia è più breve delle tradizionali grazie al fulcro sulla tentata soluzione invece che sulle motivazioni della nascita della depressione. Troviamo molto più sano sbloccare il sintomo e poi insegnare alla persona come evitare di ripetere le scelte che hanno portato a quel vissuto di profondo malessere.